ITA - ENG

DRAW

Luca e Mattia si laureano nel 2005 in Industrial Design al Politecnico di Milano, ma si incontrano solo nel 2008. In quel periodo stavano lavorando a Milano nello stesso team di progetto, e hanno avuto l’occasione di scambiarsi opinioni e idee riguardo al product design, percependo da subito una forte sinergia e instaurando gradualmente una profonda amicizia che andava al di là dell’attività professionale.

Dopo alcuni anni trascorsi rispettivamente a Londra e a Sydney, dal 2011 tornano in Italia e collaborano intensamente a numerosi progetti: fin dall’inizio la loro visione funzionale del design tesa a bilanciare equamente tecnica e stile, tradizione e innovazione, li ha portati a coordinare progetti in settori molto disparati. Tuttavia dal 2012 rivolgono la loro attenzione prevalentemente a progetti di furniture e interior, cercando nel proprio paese e all’estero le eccellenze produttive in grado di coniugare abilità costruttiva, dedizione alla tradizione, disponibilità alla sperimentazione e qualità nella comunicazione dei propri valori. Lavorano costantemente al fianco della produzione, gli piace osservare come un materiale si trasforma in oggetto, tengono a come questo viene fatto e da chi viene fatto, cercando di coglierne i segreti e apprezzando l’imperfezione del lavoro manuale. Prediligono materiali autentici e volumi puri, prestando estrema attenzione ai dettagli e lasciando a questi il ruolo di protagonisti.

Mossi dalla passione per gli autori italiani del secondo novecento, nei loro ambienti lasciano trasparire citazioni dei classici del passato e amano i pezzi che rivelano tracce di quella memoria.

Nel 2018 fondano DRAW, che oltre ad essere uno studio fisico con sede a Milano e a Bolzano, è prima di tutto un concetto, un brand creato attorno alla loro idea di progetto, i cui valori mirano alla qualità produttiva, alla ricercatezza e ad una composta e misurata eleganza. DRAW è un contenitore di progetti e di esperienze di produzione molto diverse tra loro, dove ogni lavoro è accomunato agli altri per profondità della ricerca, cura in ogni dettaglio, attenzione al rapporto tra le persone coinvolte e, a partire dai primi schizzi fino al risultato finale, sono tutti alimentati dalla passione per il disegno.